testata ADUC
Imposta/canone Rai. Oste, com'e' il vino? Ottimo
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
28 settembre 2016 14:43
 

 Come stanno andando gli introiti del canone Rai col nuovo sistema di riscossione tramite bolletta elettrica? Ottimo -di dice Rossella Orlandi, direttrice dell'Agenzia delle Entrate. Ed un umano si aspetta qualche dato… invece no, ci dobbiamo accontentare dei “tendenziali” (che non sono una parte del corpo umano), perche' i primi dati un po' certi arriveranno solo a fine mese, quando le compagnie elettriche faranno sapere quanto e come hanno pagato gli utenti. E allora, cosa vuol dire questo “tendenziale”? A noi ci ricorda quando si entra in un'osteria e si chiede: oste com'e' il vino? E l'oste -ovviamente- ci risponde: ottimo. Oppure non abbiamo cognizione di cosa possa significare la parola ottimo.
Ci spieghiamo. Ad oggi si conoscono solo i dati degli incassi di luglio (97 milioni), molto parziali perche' si tratta solo di coloro che hanno pagato anche prima della scadenza agostana delle bollette di luglio stesso, e considerando che in tanti non hanno ricevuto l'addebito a luglio ma solo nella bolletta di agosto, con scadenza quindi ancora piu' in la'. Poi ci sono le varie diatribe col Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) sulla quantita' di persone che, pur avendo ricevuto la richiesta di pagamento in bolletta, avrebbero declinato l'invito -c'e' chi parla anche del 50% di non-pagamenti (1). E inoltre ci sono i dati di quanti avrebbero compilato la domanda nei termini (16 maggio) per l'esenzione: che secondo l'Agenzia delle Entrate sarebbero 817mila, mentre secondo la Sic-Cgil sarebbero 1 milione e 200mila. Infine, la comparsa delle spiegazioni dell'Agenzia per come e chi puo' chiedere il rimborso (o non effettuare il pagamento) pur avendo ricevuto l'addebito in bolletta, pare abbia scatenato diverse richieste da chi non avrebbe diritto all'esenzione, con relativa non-pagamento in attesa di definizione della pratica (2).
Insomma un guazzabuglio dove -a nostro avviso- sarebbe stato piu' opportuno che tutti si fossero zittiti in attesa di dati con una certa ufficialita'. Ma il tema e' caldo, molto caldo (e lo sara' ancor di piu' in futuro), e quindi, tra voglia di scoop giornalistici e l'italica tendenza di chi ci governa e amministra a buttare acqua sul fuoco bofonchiando che tutto e' a posto e sotto controllo….. ecco che ci porta alle frasi basate sul nulla della direttrice dell'Agenzia delle Entrate. Frasi -per l'appunto- da oste di osteria: “i tendenziali sono ottimi”.
Se affianchiamo questo procedere alle notizie su stipendi e gestione della tv di Stato, e sul suo non-essere -a nostro modesto avviso- tra i media internazionali in grado di dare notizie senza che siano “ricicciate” (3) o vecchie… si capisce che il quadro della situazione e' abbastanza precario. La rivalutazione di cio' che gli italiani avevano chiesto con un referendum alcuni anni fa -la privatizzazione della Rai- ci pare doverosa.

1- vedi qui e qui
2 - Italia Oggi del 28/09/2016
5 - “ricicciate”: toscanismo che sta a significare qualcosa di ribollito, stantio e senza una propria specifica caratteristica. 

COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori