testata ADUC
Problemi con Telecom
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
19 giugno 2017 0:00
 
Qualche tempo fa decisi di accettare una proposta telefonica della Telecom per un'offerta relativa a voce+adsl per un 'importo di circa 26 euro mensili. Dopo l'accettazione passò molto tempo senza alcun riscontro. A seguito di una nuova proposta, dopo aver chiarito l'accaduto, accettai di nuovo una proposta simile. Dopo un po' di tempo passò a casa un incaricato a seguito di accordi telefonici poichè io in quel periodo ero fuori per lavoro. L'incaricato parlò con mia moglie e le fece firmare una proposta contrattuale che faceva riferimento a "Condizioni Economiche" allegate. Inutile dire che al mio ritorno non trovai traccia di tali condizioni economiche. In data 09/11/2016, a seguito di diversi problemi tecnici, il servizio veniva attivato. Nel frattempo nessuna comunicazione circa il contratto sottoscritto e le condizioni economiche, nessuna mail e nessuna lettera. La sorpresa arrivò quindi alla ricezione della prima fattura nel dicembre 2016 per un importo di 44 euro al mese. Peggio del contratto con il vecchio gestore, peggio delle offerte in commercio e peggio delle offerte della stessa Telecom in quel periodo! Contattavo quindi il 187 varie volte per richiedere all'operatore la risoluzione del mancato invio del contratto per conoscere le condizioni economiche e dell'importo esagerato del contratto. Tutti registravano le richieste ma non ricevevo alcuna risposta (se non quella per cui l'importo non era vantaggioso perchè non l'avevo sottoscritto online!). Registravo il nome dell'ultimo operatore (tale AB153) che il 18/04/2017 mi comunicava espressamente l’impossibilità anche da parte sua di reperire tali informazioni! Nel frattempo sospendevo il pagamento delle ultime fatture ed il 24/04/2017 inviavo quindi una raccomandata via Pec per richiedere formalmente la risoluzione di quanto descritto. Inutile dire che allo stato non ho ricevuto alcuna risposta...
Denis, da Vasto (CH)

Risposta:
Per il prosieguo, legga qui:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
Deve considerare (andiamo a naso perche' non ce lo ha scritto) che se ha utilizzato il servizio fino alla disdetta e magari anche dopo (e magari anche pagandolo alle loro condizioni...), non e' un punto tanto a suo vantaggio. Comunque, nella richiesta di conciliazione al Corecom, facendo presente il tutto come da istruzioni del link che le abbiamo dato, si dichiari disponibile a pagare il servizio utilizzato al prezzo concordato, chiedendo il rimborso del dovuto e la disdetta del servizio senza nessuna penale, perche' lo stesso difforme dagli accordi. Ovviamente, dovrebbe cercare di non utilizzarlo piu' o, quantomeno, fissare con Telecom una "date limit" con metodi tracciabili e non a voce.
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori