testata ADUC
TRASLOCO utenza impossibile
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
20 marzo 2017 0:00
 
Spett.le ADUC
Con una serie di (non richieste) telefonate pubblicitarie, fino a dicembre 2016, la TELECOM (ora TIM) mi convinceva a sostituire la linea ADSL Telecom con la Fibra.
Dovendo però io traslocare, da una via ad un'altra (con centraline diverse) ma sempre nello stesso comune, mi consigliavano di effettuare CONTESTUALMENTE un trasloco di linea con attivazione FIBRA.
Il giorno 13/01/2017 tramite internet effettuavo tale richiesta dal sito TIM, indicando negli appositi spazi, che l'attivazione della FIBRA sarebbe dovuta avvenire in un indirizzo diverso!
Attivazione prevista, secondo TIM, per il giorno 23/01/2017.
In data 17/01/2017 arrivava al vecchio indirizzo (dove NON mi interessava mantenere la linea) un "kit autoinstallante".
Segnalai la cosa al 187, che mi comunicò di attendere, visto che l'attivazione era in corso, ma che tutto era in regola.
Stessa risposta a nuova richiesta in data 24/01/2017: attendere.
In data 27/01/2017, mi contatta un tecnico TELECOM dicendo che NON si può attivare l'offerta, occorre annullare la richiesta, chiedere un trasloco linea e DOPO chiedere attivazione FIBRA:
stanco dei ritardi acconsento e chiedo trasloco.
In data 7/01/2017 mi fissano appuntamento per il giorno successivo.
In data 8/01/2017 non si presenta il tecnico, per "imprevisti".
Nuovo appuntamento per il 23/01/2017, nuovamente andato deserto.
Rinnovo richiesta a Telecom, in data 8/03/2017, che tramite 187 mi comunica che, testuali parole "non è possibile il trasloco linea, in quanto NON ci sono spazi liberi disponibili nella centralina del nuovo indirizzo".
Mi comunicano invece che la nuova attivazione è possibile, perché in cabina ci sono invece spazi per l'attivazione di nuovi numeri.
Vista le risposte carenti e il disservizio subito con Telecom/TIM, contatto altri operatori per chiedere la migrazione.
In data 9/03/2017 chiamo il numero verde Fastweb, mi rispondono da Roma e chiedo ESPRESSAMENTE se sia possibile mantenere il mio numero fisso che avevo in TELECOM (relativo a linea collegata in una via), attivando con FASTWEB una linea in un altro indirizzo, della stessa città.
Faccio anche presente che TELECOM sostiene di non poter traslocare la linea perché le centraline loro sono piene, ma mi assicurano che con Fastewb il problema nelle centraline non sussiste.
Confermata la portabilità aderisco con registrazione telefonica.
In data 12/03/2017 mi chiama il servizio clienti FASTWEB per confermare i dati, avvisandomi che NON uscirà alcun tecnico ma che verrà mandato un kit autoinstallante, in quanto trattasi di migrazione non di nuova linea.
Visti i precedenti richiamo il 192193 per chiedere conferme al servizio clienti FASTWEB:
mi rispondono, da Durazzo, dicendomi che quasi sicuramente la mia richiesta sarà respinta, perché avrei dovuto PRIMA chiedere il trasloco a TELECOM e poi migrare in FASTWEB.
VI CHIEDO AIUTO:
Come posso esercitare il mio diritto di traslocare l'utenza, se TELECOM mi nega di fatto tale pratica?
Devo ricorrere AGCOM?
Stefano, da Como (CO)

Risposta:
questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori