testata ADUC
 U.E. - U.E. - Cartello batterie litio. Commissione multa Sony, Panasonic e Sanyo
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
12 dicembre 2016 18:45
 
 La Commissione Europea ha multato per complessivi 166 milioni di euro Sony, Panasonic e Sanyo per aver fatto cartello, insieme a Samsung, nel campo delle batterie ricaricabili agli ioni di litio, utilizzate tra l'altro nei laptop e nei telefonini, in violazione delle norme Ue. Il colosso coreano non è stato tuttavia multato perché ha rivelato alla Commissione l'esistenza del cartello: tutte le società coinvolte hanno ammesso di aver coordinato i prezzi e di essersi scambiate informazioni sensibili, accettando di transare per chiudere il caso.  "Milioni di europei usano laptop, telefonini e apparecchi che funzionano con le batterie a ioni di litio - ha detto il commissario europeo alla Concorrenza Margrethe Vestager - la decisione di oggi sanziona quattro produttori di batterie ricaricabili la cui collusione ha influenzato i prezzi di una quantità di merci vendute ai consumatori europei. Manda anche un messaggio importante alle società: se i consumatori europei sono danneggiati da un cartello, la Commissione indagherà, anche se i contatti anticoncorrenziali sono avvenuti fuori dall'Europa". In particolare, le compagnie hanno concordato temporanei aumenti di prezzo nel 2004 e nel 2007, dovuti a un momentaneo rincaro del cobalto, materia prima utilizzata nella produzione di batterie agli ioni di litio; le società si sono anche scambiate informazioni sensibili come previsioni di domanda e offerta, previsioni di prezzi o intenzioni riguardanti particolari aste competitive organizzate da specifici produttori di telefoni, laptop e altri apparecchi. In particolare, Sanyo pagherà 97,1 mln, Panasonic 38,8 mln e Sony 29,8 mln. 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori