testata ADUC
 U.E. - U.E. - Fine roaming dal 15 giugno. Per ora vale anche per UK
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
3 maggio 2017 16:07
 
La fine dei sovraccosti del roaming che diventerà realtà tra meno di un mese e mezzo si applicherà solo per ora anche alla Gran Bretagna, ma dopo la Brexit si dovrà vedere in base ai negoziati. Lo stesso dicasi per tutti gli altri progressi in corso d'opera nel mercato unico digitale Ue, dalla fine del geoblocking all'accesso agli abbonamenti a film e musica dall'estero. E' l'avvertimento lanciato dal vicepresidente della Commissione Ue al mercato digitale Andrus Ansip. "E' abbastanza facile andarsene, ma quelli che se ne vanno devono pensare anche che ci saranno delle conseguenze", ha affermato, soprattutto "se non ci sarà un accordo" tra Ue e Gran Bretagna per esempio "verrà meno la protezione e il flusso dei dati, vediamo se queste persone saranno contente". Soprattutto, "dal 15 giugno saranno aboliti i costi del roaming e questo beneficerà anche i cittadini britannici, ma dopo la Brexit dipenderà dai negoziati", ha messo in chiaro Ansip, spiegando che lo stesso ragionamento si applica anche alla portabilità dei contenuti e al geoblocking.       
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori