testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Unbundling. Decisione Governo viola norme Ue. Competenza e' di Agcom
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
9 marzo 2012 19:23
 
L'intervento del legislatore nazionale sulle regole per l'accesso alle reti (unbundling) "violerebbe il principio che prevede decisioni indipendenti da parte dei regolatori nazionali", come stabilito dall'Unione europea. Lo ha detto all'Ansa il presidente Georg Serentschy, presidente del Berec (organismo dei regolatori europei per le comunicazioni elettroniche) commentando l'emendamento al dl semplificazioni approvato dalla Camera dei deputati.
"La regolamentazione dell'accesso e dell'interconnessione - ha continuato Serentschy -, cosi' come dei servizi di unbundling, sono chiara competenza del regolatore nazionale", l'Agcom in Italia, e "tale competenza gli e' attribuita dall'Unione europea". "Il Berec - ha indicato Serentschy - ha i poteri di valutare l'attuazione delle decisioni sulla regolamentazione delle telecomunicazioni nei mercati regolamentati, compreso i servizi di unbundling".
"Il buon funzionamento del quadro normativo europeo, in termini dei ruoli assegnati alla Commissione europea e al Berec, e' chiaramente definito e non prevede alcun intervento dei legislatori nazionali, poiche' sarebbe in violazione di quanto previsto dalla legge", ha concluso Serentschy.
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori