testata ADUC
Disdetta Fibra Vodafone
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
22 maggio 2020 0:00
 
Buongiorno,
a seguito di varie rimodulazioni di Vodafone sia fisso che mobile ho deciso di inviare disdetta tramite PEC il giorno 06/08/2019.
Successivamente fastweb ha tardato ad attivare il servizio fino al 30 Novembre 2019. A quel punto non avendo più il servizio non ho pagato la fattura successiva relariva al periodo 10 novembre 2019 - 09 gennaio 2020 ottenendo che venisse fatta nota di credito e fattura di chiusura con periodo 10 novembre 2019 - 30 Novembre 2019 e che non venissero applicati costi di disdetta fatta a causa delle rimodulazioni.
A questo punto VODAFONE emette nuova fattura di € 217,63 con la quota fibra di 45,55 relativa al periodo 10 gennaio 2020 - 09 marzo 2020 e con dei costi di disattivazione di 133€ + iva!!!
incarica la società "Selecta Customer Services s.r.l." di recuperare il credito e la stessa continua a tempestarmi di comunicazioni nelle quali mi chiede di saldare la fattura di € 49,78 che era stata precedentemente annullata con nota di credito e la fattura di € 217,63 mettendo dei costi di linea per il periodo "10
gennaio 2020 - 09 marzo 2020" e dei costi di disattivazione incredibili.
Tutto questo maggiorato di un 16% totale €309,6.
Ho chiesto di dettagliarmi tali spese con EUR da data a data e motivo (rif. al contratto) ma non sono stato preso sul serio, ho ricevuto la chiamata di una signorina Albanese che in uno stentato italiano mi ha letto la fattura senza dare spiegazioni.
Vi chiedo cortesemente come muovermi per non passare dalla ragione al torto.
Saluti
Alessandro, dalla provincia di AR

Risposta:
questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori