testata ADUC
doppia fatturazione WIND E TIM
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
18 febbraio 2020 0:00
 
Buongiorno spero possiate aiutarmi con questo mio problema. Tramite un commerciale di Tim ho fatto richiesta di portabilità (telefono Fisso) da Wind a Tim in data 27/11/2018 chiedendo espressamente di mantenere il vecchio numero in quanto attività commerciale. In data 22/01/19 mi viene attivato una linea telefonica con numero diverso e che il servizio clienti mi rassicurava fosse provvisorio e con la fattura successiva sarei tornato con il vecchio numero. Ora per mesi mi sono trovato a pagare 2 fatture, Wind con il vecchio numero e Tim con il numero provvisorio. Ho fatto presente al serv. clienti Tim
questa situazione ma rispondevano dicendomi di avere problemi con la portabilità e di non sapere i tempi necessari, mentre da parte di Wind rispondevano di non aver ricevuto comunicazione da Tim. A questo punto ho inviato tramite pec alla tim una lettera di disdetta in quanto non essendo riusciti nella portabilità non ritenevo opportuno pagare per una linea telefonica con numero diverso da quello richiesto e non sapendo definire i tempi per il passaggio in più non avrebbero previsto un rimborso. Il 3/7/19 Tim mi comunica che da quella data viene disattivato questo numero "provvisorio" quindi ora mantengo il vecchio numero fatturato da wind, il problema è che Tim pretende tramite società recupero credito il pagamento delle fatture non pagate fino alla data della chiusura del loro num. provvisorio che io avevo bloccato in quanto non era richiesto. Ho fatto richiesta della copia contratto (se ne esiste una) per la linea telefonica con numerazione diversa da quella richiesta sul contratto firmato con il commerciale sono passati 25 giorni non ho avuto risposta. Io ritengo che non abbiano rispettato il contratto firmato assegnandomi un nuovo numero e non riuscendo a portare a termine la portabilità, secondo voi hanno ragione nella richiesta del pagamento?
Pasquale, dalla provincia di MB

Risposta:
c'è una evidente inadempienza del gestore TIM che, in sede di impedimento alla portabilita', doveva oltretutto dare avviso di rinuncia all'istanza. Lei avrebbe anche diritto al rimborso dei canoni pagati nel periodo della doppia fatturazione. Se intende proseguire in questa finalità, questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
In ogni caso puo' ignorare le pretese della società di recupero crediti che le giungano in via informale.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori