testata ADUC
Euroservice
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 settembre 2019 0:00
 
Buonasera, ho bisogno di un consiglio.
Sono due anni che vengo contattata da questa società recupero crediti che si presenta per conto di Tim, intimandomi a pagare le fatture altrimenti mi sarebbe stata tolta la linea telefonica.
Ad agosto 2018 ho perso il lavoro e non ho potuto più pagare le fatture. Nelle mille preoccupazioni non ho disdetto subito il contratto.
Oggi contattano una vicina di casa chiedendogli se mi conoscesse e se potesse riferirmi di ricontattarli.
Chiamo la società e mi dicono che o pago immediatamente il debito oppure avrebbero registrato il mio codice fiscale in una banca dati come cattivo pagatore.
Mi chiedevo: tim non mi ha erogato il servizio da agosto 2018 fino alla disdetta del contratto, quindi io non ne ho usufruito.
Come mi comporto?
Vi ringrazio
Fernanda, dalla provincia di FG

Risposta:
può non fare nulla fino a che non riceve una raccomandata A/R che le intima il pagamento del dovuto, quantomeno dal momento in cui ha cominciato a non pagare le bollette e fino a quando non le hanno staccato la linea. Quando e se dovesse ricevere questa raccomandata, replichi con altrettanto mezzo in forma di diffida dichiarandosi disponibile al pagamento come sopra accennato:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
Ma consideri anche un contatto repentino per sanare la situazione, magari a rate, come le abbiamo indicato e, ovviamente, se loro sono disponibili.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori