testata ADUC
Nexyiu
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 novembre 2019 0:00
 
Buongiorno, un collega di lavoro sta pubblicizzando/sollecitando l'iscrizione, ovviamente attraverso di lui, al "progetto" di Nexyiu, sottolineando il grande vantaggio economico di risparmio attraverso buoni regalo da spendere su Amazon, supermercati sul territorio, distributori benzina etc etc Vi è inoltre, se si vuole collaborare attivamente, l'opportunità di grandi guadagni.. se si fanno proseliti.
Il sistema è ahimè piramidale? Bisogna inoltre versare un importo (500, 1000 o 2000 euro) che in tre anni si triplicherà in "buoni regalo" emessi mensilmente. Ho cercato info su internet ma si trovano quasi esclusivamente recensioni positive... da parte degli affiliati!!
A me sembra una cosa per alcuni aspetti simile a Lyoness, recentemente multata dall'antitrust. Anche il fatto che si possa accedere solo su invito presentati da qualcun altro mi pare una pratica scorretta. Voi ne sapete qualcosa di più?? Varrebbe la pena segnalarla ad un organo di vigilanza??
Grazie
Roberto, dalla provincia di MI

Risposta:
non conosciamo la specifica iniziativa, ma le ricordiamo che, ammesso che sia un sistema piramidale (chè dal loro sito non si evince) sarebbero illegali. Non solo, ma quand'anche in qualche modo questi sistemi siano riusciti ad essere "border line" della legalità, il metodo è sempre quello di presunti guadagni sui nuovi ingressi di affiliati/soci/acquirenti... sistema che si basa sulla presunta fortuna dei primi, l'attesa dei secondi e degli ultimi... attesa che si può protrarre nel tempo e che facilmente può essere disattesa e interrotta, Con l'unico risultato del guadagno degli organizzatori... e talvolta spariscono o cercano di sparire.
Nello specifico di Nexyiu, inoltre, se si va sul loro web ad informarsi su "come funziona" non si riceve nessuna informazione specifica: si richiede solo di affiliarsi per ricevere dei vantaggi (come, quando, dove, perché... non è indicato). Se si va a leggere il loro regolamento, si arrogano il diritto di modificare le condizioni quando vogliono e senza avvisare l'affiliato, che avrebbe tre giorni per non accettarle...
Non ce ne voglia, ma gli investimenti finanziari (che di questo in qualche modo, anche se molto reso popolare, si tratta) presuppongono professionalità, trasparenza e conoscenza dei mercati che il "comune mortale" in genere non ha, E che nel nostro caso sembra proprio essere carente. Inoltre non basta solo "esserci", a maggior ragione quando "esserci" presuppone il versamento di piccole cifre, che talvolta si è disposti a rischiare perché l'eventuale danno sarebbe marginale (e in genere lo è solo all'inizio).
Nel registro delle imprese, l'attività di questa società di Verona risulta registrata in questo modo: "Consulenza su hardware, software e altre tecnologie dell'informazione: analisi dei bisogni e dei problemi degli utenti, consulenza sulla migliore soluzione (dal 04/02/2019)".
Insomma: i bambini non nascono sotto i cavoli. Il meccanismo è molto più articolato e complesso. E come per fare bambini col desiderio e la consapevolezza di farli, occorre essere informati e trasparenti, altrimenti nascono quelli indesiderati.
Consigliamo di fare comunque una segnalazione allo sportello del Garante della concorrenza e del mercato: http://www.agcm.it/competenze/tutela-del-consumatore/come-segnalare
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori