testata ADUC
Numero di assistenza WindTre gratuito... anzi no!
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
17 ottobre 2020 0:00
 
Gentilissimi,
in questi giorni, causa problemi con la linea fissa WindTre, ho dovuto contattare più volte l'assistenza al numero 159. Sul sito aziendale (https://www.windtre.it/come-contattare-windtre/) è specificato che è gratuito, con l'esclusione delle chiamate dall'estero, eppure chiamando dal mio cellulare TIM ho pagato eccome... quasi 15 euro! Alle mie rimostranze via PEC a WindTre, sono stato ricontattato telefonicamente da un'operatrice, che mi ha dato ragione, riferendosi ad una non meglio precisata "direttiva" che impone che i numeri di assistenza delle compagnie telefoniche siano sempre gratuiti... e mi ha invitato a contattare TIM, colpevole a suo dire dell'errato addebito. Su questa "direttiva", ammesso che esista, ho trovato qualche accenno online ma nessun riferimento specifico. Fatto sta, che il numero è dichiarato gratuito, mentre è a pagamento. A questo punto come devo comportarmi? Devo chiedere il rimborso a WindTre o Tim? Grazie mille
Matteo, dalla provincia di TV

Risposta:
il numero deve essere gratuito. Questo cio' che dovrebbe fare verso Wind, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori