testata ADUC
Ritardo nel trasloco linea wind e mancanza di informazioni
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
10 luglio 2020 0:00
 
Sono intestatario di un contratto wind relativo alla linea telefonica xxxxxx
Ho chiesto il trasferimento della mia linea telefonica da piazza xxxxx 50127 Firenze a Via xxxxx 50122 Firenze.
Mi ha chiamato il tecnico ed è venuto a casa mia, ha fatto dei controlli e poi mi ha detto che sarebbe tornato con un suo collega perché a fare il lavoro da solo ci avrebbe messo troppo.
Da allora i tecnici non mi hanno più chiamato. Giorni dopo ho ricevuto per mail un link dove prenotare un’altra visita col tecnico, ho scelto il giorno e l'orario, il sistema mi ha dato l’ok.
Il 19 di giugno (data in questione) ho aspettato 3h, non è venuto nessuno e non mi ha chiamato nessuno.
Non so quante volte ho chiamato il 159 e gli operatori mi hanno risposto ogni volta, compreso ieri e oggi dicendomi che facevano un sollecito e che il tecnico mi avrebbe chiamato.
Oggi ho chiamato di nuovo e mi è stato risposto che il tecnico ha comunicato sulla pratica che manca la canalina per cui il collegamento è andato in KO. E ripeto che sono stato sempre io e mia moglie a chiamare, mai ricevuto comunicazioni da parte di wind.
Ho sentito l’elettricista e mi ha detto che nell’appartamento la linea c’è sempre stata, non è un nuovo collegamento, quindi quale canalina?
Di cosa stiamo parlando?
Devo affittare l’appartamento, ho bisogno del collegamento internet e non so nulla.
Nessuno ci contatta, continuiamo a pagare, perdiamo tempo a chiamare il servizio clienti che fanno i solleciti ma non ci danno indicazioni, dai tecnici nessuna chiamata.
Come cliente voglio spiegazioni per questa assoluta mancanza di assistenza.
Sabrina, dalla provincia di FI

Risposta:
questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori