testata ADUC
sospensione linea telefonica da la 3
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
25 giugno 2019 0:00
 
buongiorno, il 28 maggio la 3 ha sospeso la funzionalita' della sim del telefono di mia figlia, pur essendo regolarmente pagata la mensilita' con addebito su conto corrente bancario; abbiamo visto che era arrivato qualche giorno prima un invito a presentarsi con un documento d'identita' presso un negozio "3 store" perche' i "dati della sim non risultano aggiornati". il fatto ci ha lasciato perplessi considerato che la carta d'identita' sarebbe scaduta a settembre 2019; il 5 giugno anche presso il negozio il gestore e' rimasto sorpreso e comunque sembrerebbe non siamo stati gli unici.
l'addetto ha fotocopiato carta d'identita' e tessera sanitaria per il codice fiscale e ha inviato il tutto alla "3" asserendo che entro 24 ore la linea sarebbe stata ripristinata. in data 10 giugno, essendo sempre sospesa la linea, siamo tornati al negozio dove ha rifotocopiato i documenti, in particolare la nuova tessera sanitaria in quanto la precedente era scaduta nel 2016. in data 13 giugno, non entro 24 ore, veniva ripristinata la linea. vorrei cortesemente sapere, visto che il codice fiscale rimane lo stesso a vita ed è l'unico dato che loro serviva della tessera sanitaria, non si configura una violazione dei diritti dell'utente in assenza di morosita' e quindi una ingiustificata interruzione del servizio per 16 giorni? posso fare ricorso contro la 3 tramite la piattaforma dell'agcom chiedendo l'applicazione di un indennizzo?
grazie.
Monica, dalla provincia di PI

Risposta:
sì, lo puo' fare, ma deve rispettare la procedura per accedervi: questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori