testata ADUC
TIM, siamo al paradosso!
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
11 agosto 2019 0:00
 
Cara Aduc, non so se il mio caso sia mai stato contemplato ma ti giuro che che è tutto vero.
TIM sostiene che la mia linea telefonica fissa risulta cessata da oltre sei mesi, quando appena QUATTRO giorni fa era perfettamente informata del fatto che invece E' viva e vegeta e ha pure subìto un intervento tecnico nei giorni scorsi.
Questa situazione è paradossale ma anche inquietante: ho sempre saputo che con TIM qualsiasi genere di problema è possibile, ma arrivare al punto di considerare e non considerare (allo stesso tempo) lo stato amministrativo della linea, mai l'avrei pensato. Oltretutto mi sta creando non pochi grattacapi dal momento che non posso chiudere le pratiche risolte (sull'app MyTIM Fisso) e non conosco né il numero identificativo e nemmeno lo stato della richiesta di cambio nominativo associato. E comunque mi hanno bloccata nel vero senso del termine, se la linea risulta cessata nessun operatore potrà guadagnarmi come cliente.
Come posso tutelarmi da questa grave ingiustizia?
P.S.: Allego per maggior chiarezza la formale lettera di rimostranze inviata sulla loro pagina Facebook (che sembra il miglior posto dove ultimamente si può interloquire), già opportunamente redatta casomai vogliate pubblicarla. Grazie.
----------------------
Spettabile TIM,
Vi scrivo per conto di mia nonna xxx, intestataria della linea telefonica fissa n. xxxxxxxxx, ubicata all'indirizzo da Voi conosciuto e riportato in fattura fin dal lontano 1983. In tutti questi anni, tranne per un breve periodo, ci siamo sempre avvalsi dei Vostri servizi ritenendoli efficienti ed in quanto unico operatore in grado di fornire assistenza tecnica in caso di necessità.
E' stato perciò colla massima costernazione (non priva di una certa ilarità) che, accedendo in data 7 agosto 2019 nella mia Area Riservata sul Vostro sito onde poter seguire lo stato di certe pratiche, ho appreso che la mia linea risulta nientemeno cessata da più di sei mesi.
Che io sappia, non risulta a nessuno in casa di aver mai richiesto tale cessazione, né tantomeno sono giunte alla nostra attenzione comunicazioni scritte da parte Vostra in tal senso. Anzi, riceviamo regolarmente le fatture da corrispondere e tutti i terminali telefonici (un vecchio Sirio, un cordless Aladino ed il modem/router Alice Gate 2 plus Wi-Fi che, come potete evincere, sono tutti apparati a Vostro marchio e per cui paghiamo relativo noleggio) sono regolarmente abilitati al traffico entrante ed uscente.
Questo fatto è ancor più stupefacente in quanto proprio il giorno prima, 6 agosto 2019, nella stessa Area Riservata, la linea risultava non cessata, anzi vi erano normalmente elencati tutte le tariffe ed i servizi attivi sulla stessa. In tale occasione ho altresì avanzato richiesta di cambio intestatario a favore del sig. Parente Dxxxxxxx Fxxxxx, genero dell'Intestataria e padre della scrivente. Ricordo di aver controllato più volte che la richiesta conservasse l'attuale numerazione e si limitasse solo al cambio di intestazione.
Allo stesso tempo, era aperta anche la pratica n. 0045918261, per la quale ho finalmente ricevuto assistenza tra il 5 ed il 7 agosto e che, grazie a questa Vostra trovata, non riesco più né a visualizzare né a chiudere sia da sito che tramite app MyTIM Fisso.
Inutile descrivere la profonda delusione che questa paradossale situazione ha procurato in noi tutti. Troviamo infatti inconcepibile e nondimeno offensivo che un’Azienda di telecomunicazioni quale TIM non sia improvvisamente più in grado di conoscere lo stato amministrativo della nostra linea telefonica! Sono sicura che avete mezzi e risorse per verificare se il mio numero telefonico sia ancora attivo; nondimeno in un periodo così lungo come oltre sei mesi chiunque si sarebbe accorto di una cosa del genere semplicemente alzando la cornetta e trovandosi impossibilitato ad effettuare/ricevere telefonate. Non avrei avuto connessione Internet. Forse non avremmo nemmeno ricevuto fatture che, seppur scandalosamente onerose rispetto al servizio effettivamente fruito, continuiamo nonostante tutto a corrispondere ben consci del fatto che, dato il nostro luogo di residenza e la scarsa copertura radio degli operatori mobili, sul telefono fisso si può sempre contare nei momenti più critici. E poi spiegatemi perché mai avrei richiesto l'intervento di un tecnico, se non ne avessi avuto disponibilità!
Pertanto, Vi ordino di effettuare immediate verifiche al fine di ripristinare le informazioni corrette sullo stato di esistenza della mia linea, rammentandoVi che la fattura cartacea di Luglio 2019 è stata recapitata ieri stesso e che ho il pieno diritto di esigere un servizio non solo rispondente a certi standard ma anche al comune e più semplice buonsenso in cui, mi duole dirlo, ultimamente Vi trovo piuttosto carenti.
Spero che questo sfortunato disguido registri una pronta risoluzione. Nell'attesa di un Vostro riscontro, rimango a disposizione per eventuali chiarimenti.
Claudia

Risposta:
visto che ha già provato a farli ragionare senza ricorrere alle autorità, e non ha ottenuto ascolto, per il prosieguo, legga qui:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori