testata ADUC
Vodafone e GE.RI. ci provano
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
4 febbraio 2020 0:00
 
Salve a tutti.
Sono qui a chiedervi un consiglio per conto di mia sorella, riguardo una richiesta di saldo fatture da parte di GE.RI. srl incaricata da Vodafone.
Fino a Settembre 2018 mia sorella aveva un contratto di rete fissa con Vodafone. Dal 1° Ottobre passò a Tim per un'offerta piu' vantaggiosa.
Qualche giorno fa le arriva una lettera da GE.RI. che richiede il pagamento delle fatture a partire da Gennaio 2018. Siccome aveva l'addebito in banca ha richiesto un estratto conto ed ha verificato che le fatture sono state tutte regolarmente pagate.
Ho buttato giù qualche riga per contestare l' indebita richiesta.
Chiedo innanzitutto un vostro cortese consiglio su come regolarci e, se possibile, dare un'occhiata a quanto ho scritto in sua difesa. Allego il file.
Aggiungo che volevo rispondere a questi signori via pec, ma prima di farlo aspetto una vostra cortese risposta.
Cordiali saluti
Vincenzo, dalla provincia di NA

Risposta:
se la richiesta è per posta ordinaria, la può anche ignorare, ché non ha valore legale. Solo se e quando riceverà tale richiesta tramite raccomandata A/R, potrà replicare con altrettanto mezzo (o pec) proprio nei termini che ha già predisposto. Nel caso, decida lei se aspettare o meno.
La lettera va bene e, con lo stesso mezzo con cui la invia a Geri, la invii anche p.c. (scrivendolo anche sulla lettera stessa) a Vodafone. In mancanza di replica soddisfacente, nei confronti di Vodafone, per il prosieguo, legga qui:
http://sosonline.aduc.it/scheda/conciliazione+obbligatoria+davanti+al+corecom_15317.php
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori