portale aduc testata sostienici
pay-off
prima paginaprima pagina l'associazione canali di' la tua sos online
naviga
attivare javascript per navigare in questo sito!
cerca
Telefonia fissa. Call center Teletu continuano a raccontare balle, nuova istruttoria Antitrust. Inettitudine di Governo, Parlamento ed Authority
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Domenico Murrone
5 luglio 2010 15:30
 
 Continuano a raccontare balle e l'Antitrust ha aperto una nuova istruttoria a carico del gestore telefonico fisso TeleTu: marchio con cui opera Opitel, società che appartiene ad uno degli operatori più importanti al mondo ed in Italia: Vodafone. TeleTu fino a poco tempo fa si chiamava Tele2, da quest'anno il marchio è cambiato, ma non il modo di fare dei call center che, nell'offrire alla clientela un abbonamento a TeleTu, raccontano balle. Anche strampalate: ci siamo fusi con Wind, abbiamo raggiunto un accordo con Telecom Italia e tutte le utenze del suo quartiere passeranno obbligatoriamente con noi, ed altre amenità, che ritorneranno 'protagoniste' nella nuova istruttoria dell'Antitrust.
I gestori telefonici sono i clienti più affezionati dell'Autorità, e tutti da anni 'incassano' sanzioni. Tele2-TeleTu* è, come si dice, una presenza costante.
Ma le condanne non inducono a cambiare. I motivi? Sanzioni Antitrust irrisorie e quindi inefficaci (massimo 500 mila euro) e una sorta di arroganza del gestore (al pari dei concorrenti), convinto che comunque un po' di spot pubblicitari e un'aggressiva strategia commerciale, siano il giusto mix per continuare a prosperare.
Da tempo proponiamo di aumentare la sanzione massima per chi attua pratiche commerciali scorrette, senza interesse alcuno da parte di Governo e Parlamento. Così in un settore che in teoria ha due cani da guardia (Antitrust e Agcom), oltre che un ministero che concede le concessioni ad operare (Sviluppo economico) continua la giungla, con danni ingenti per gli utenti di un servizio essenziale nel mondo d'oggi.


* Tele2, da quando ha iniziato ad operare in Italia, si è caratterizzata per le offerte di servizi telefonici a basso costo e dalla furba cialtroneria dei propri venditori.
Un paio di anni fa, è passata sotto il controllo di un gestore, Vodafone, che (seppur non immune da pratiche ingannevoli) aveva un'immagine meno compromessa. Si sperava che il cambio proprietà, portasse ad un nuovo approccio dei call center, nulla da fare. Come nulla sembra essere cambiato con il cambio di marchio commerciale, da Tele2 a TeleTu. Il gestore di telefonia fissa di casa Vodafone rimane fedele a se stesso.
Consulenza
Ufficio reclami
COMUNICATI IN EVIDENZA
5 luglio 2010 15:30
Telefonia fissa. Call center Teletu continuano a raccontare balle, nuova istruttoria Antitrust. Inettitudine di Governo, Parlamento ed Authority
Donazioni
TEMI CALDI
31 luglio 2014 (1 post)
Canone TV per la badante. Cosa fare per non dover pagarlo?
30 luglio 2014 (11 post)
Pos partite Iva – canone Rai – Tasi... 'cosi' e' (se vi pare)'
30 luglio 2014 (4 post)
Imposta/canone Rai per le partite Iva? E' legittimo, anche se ingiusto. Ora aboliamolo!
19 luglio 2014 (1 post)
disdetta rai
17 luglio 2014 (3 post)
Lettara RAI "strana"
15 luglio 2014 (4 post)
Campagna dell'Aduc. Disdici il canone RAI
15 luglio 2014 (1 post)
Variazioni contrattuali Tim e Vodafone
14 luglio 2014 (4 post)
Truffa cubovision Telecom
11 luglio 2014 (5 post)
Windows pre-installato e class action contro Microsoft. Lo stop del Tribunale di Milano e la condanna di Aduc a pagare
5 luglio 2014 (1 post)
Telefonia fissa. Cambio operatore e codice segreto antitruffa: la cultura iper-regolistica dell'Agcom non risolve i problemi. Contro i gestori truffaldini: piu' controlli e sanzioni
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori