testata ADUC
Fakenews e fakephoto su ebrei e Israele
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
23 maggio 2018 10:57
 
 Il quotidiano Libération fa le pulci ad alcune delle informazioni che, su questioni di attualità, hanno molto seguito in Rete e non solo. E lo fa rispondendo ad alcune domande dei lettori.
Questa la domanda: “Queste foto pubblicate sulla pagina Facebook ‘La Renaissance Turque" (Il Rinascimento della Turchia), rappresentano realmente degli ebrei statunitensi che manifestano contro la politica di Israele?”.
Il Luogo a cui ci si riferisce porta alla pagina Fecebook “La Renaissance Turque”, una pagina di “informazione" sulla Turchia, abbastanza pro-Erdogan. Condiviso decine di migliaia di volte, il messaggio in questione, datato 2 maggio 2017, e’ costituto da quattro foto, con questa legenda: “Questo giovedì, migliaia di ebrei hanno protestato contro Israele e i suoi crimini davanti alla sede dell’ONU in Usa!”. Si tratta quindi del giovedì a ridosso di questa data, il 27 aprile 2017.


La foto principale é tratta dall’agenzia stampa Associated Press. E’ stata sì scattata in Usa, a Manhattan (New York), ma é datata, secondo il sito di informazione online “The Times of Israel”. 9 marzo 2014, e non l’anno scorso. Soprattutto, non si tratta di ebrei che protestano “contro Israele e i suoi crimini” ma di una manifestazione di ebrei ortodossi (haredim) che protestano contro un progetto del governo israeliano di abolire l’esenzione al servizio militare di cui beneficiano gli studenti israeliani ed ebrei religiosi.
La seconda foto non é datata aprile 2017 ma 6 luglio 2014, e non é stata scattata a New York ma a Gerusalemme. Si tratta di una foto dell’agenzia Getty che mostra la visita di un gruppo di ebrei ultra-ortodossi (Neturei Karta, che rifiutano di riconoscere l’esistenza dello Stato di Israele) ai palestinesi del quartiere Shuafat, a Gerusalemme-est, due giorni dopo la sepoltura di un giovane palestinese, colpito e ucciso da tre israeliani di estrema destra, il 2 luglio 2014.
La terza e quarta foto, sono state scattate a New York, e riguardano delle manifestazioni di protesta di ebrei americani contro la politica militare dello Stato di Israele. Ma questi scatti sono datati rispettivamente ad agosto e luglio 2014 (e non aprile 2017), quando imperversava in Medio-Oriente un nuovo conflitto tra Israele e Hamas, durante l’estate del 2014. Le due immagini sembrano illustrare delle manifestazioni di opposizione alla risposta di Israele contro la striscia di Gaza.
La prima foto, dell’agenzia Getty, corrisponde, secondo l’agenzia, ad una manifestazione di ebrei e palestinesi presso la sede dell’ONU a Manhattan, poco prima di una veglia con candele prevista per la stessa serata. Questa si può vedere anche sul sito del giornale popolare turco Milliyet, che parla di “un gruppo di americani, la maggior parte dei quali sono ebrei che vivono negli Stati Uniti, che protesta contro gli attacchi israeliani contro Gaza”.
La seconda fotografia é sul sito di Aljazeera Turchia. Essa é ugualmente indicata come proveniente dall’agenzia Getty. Il testo parla di “ebrei … che manifestano davanti al World Trade Center a New York e che hanno brandito delle bandiere palestinesi. Il gruppo ha gridato ‘boycott Israel’ e portava uno striscione su cui c’era scritto ‘Israele non rappresenta il giudaismo del mondo’”. La si ritrova anche sul sito del quotidiano tedesco “Die Welt”, dello stesso periodo (luglio 2014), con sotto questa didascalia: “I combattenti della striscia di Gaza provocano forti sentimenti nel mondo intero. A New York le persone protestano”.
Non é la prima volta che la pagina di “La Renaissance Turque” mente sulle didascalie delle foto che pubblica. Gli “Osservatori” di France24 avevano già fatto notare questa pagina per aver pubblicato delle immagini ad agosto del 2017 in cui venivano presentate delle vittime Rohingya che si trovavano in acqua, in Birmania. Queste foto, condivise piu’ di 9.000 volte, rappresentavano invece le vittime di un naufragio di un battello in Birmania, delle persone che nuotavano in un fiume in Pakistan, e un gruppo di prigionieri thailandesi sdraiati in terra.
Per concludere, tre delle quattro immagini fanno sì vedere degli ebrei americani (di riti diversi fra di loro) che protestano contro la politica militare israeliana. Ma nessuna corrisponde alla data indicata nella didascalia.

(articolo di Luc Peillon, pubblicato sul quotidiano Libération del 23/05/2018)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori