testata ADUC
Fibra ottica nei condomini. Le regole Agcom
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
20 ottobre 2021 8:54
 
In seguito a consultazione con operatori e associazioni di categoria, AGCOM ha approvato a fine settembre le linee guida per la realizzazione delle reti in fibra ottica nei condomini.

Vengono fornite indicazioni sui prezzi per accesso all’eventuale infrastruttura esistente, gestione di attivazione e migrazione, e  modalità per eventuali controversie.
Questa approvazione rientra nel piano governativo per una connettività FTTH da 1 Gbps a tutti entro il 2026.
Le linee guida riportano le norme perché l'operatore acceda alle parti comuni degli edifici per installare (a proprie spese) cavi, tubi, supporti e altro, senza alterare l'estetica. Il ripristino dello stato originario è a spese dell'operatore, che rimborserà anche eventuali danni.
Per evitare duplicazioni, gli operatori possono utilizzare, pagando il dovuto, impianti già realizzati (obbligatori in edifici costruiti da luglio 2015). L'operatore acquisirà diritti d'uso per gestione e manutenzione.
L'amministratore deve consentire i sopralluoghi necessari. Durante i quali potrà suggerire soluzioni alternative per i lavori. Al termine ci sarà un verbale. L'operatore invierà poi progetto e documentazione tecnica.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS