testata ADUC
Il gesto OK non sempre è OK
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
2 ottobre 2019 0:13
 
 La Anti-Defamation League, un'organizzazione americana che combatte la discriminazione nei confronti della comunità ebraica, ha incluso 36 nuovi segni nel suo catalogo di simboli di odio, una raccolta che stanno facendo dal 2000. Uno di questi è il simbolo di Ok con la mano????. In gran parte del mondo, questo gesto significa solo "OK", ma ci sono suprematisti bianchi che lo usano per esprimere il messaggio "potere bianco".
L’associazione ha rintracciato le origini dell'uso discriminatorio di questo simbolo popolare ed ha pubblicato nel 2017 nel forum internet di 4chan, una pagina che è diventata famosa per le informazioni che dà su contenuti controversi e messaggi di odio. Il post originale era intitolato "Operazione O-KKK", riferendosi all'acronimo di Ku Klux Klan, e il suo autore chiese che fosse diffuso il presunto nuovo significato del gesto: "Dobbiamo riempire Twitter e altri social network di messaggi, spiegando che il Il gesto OK è un simbolo dei suprematisti bianchi". La pubblicazione aveva un'immagine in cui si spiegava che, unendo l'indice e il pollice, allungando le altre tre dita della mano, si forma l'acronimo "WP", che sta per "white power" (potere bianco).

Questo messaggio era simile ad altri pubblicati sempre in 4chan: in cui (fakenews) si diceva che bere latte, il popolare gesto dab o l'emoji di un orso polare inviava messaggi di odio. Messaggi progettati per "trollare" i media e diffondere queste bugie.

Tuttavia, ciò che è iniziato come un “troll” si è consolidato tra diversi gruppi razzisti. "Nel 2019, alcuni suprematisti bianchi sembrano aver abbandonato l'intento ironico e satirico dietro la campagna del “troll” originale, utilizzandolo come espressione sincera del suprematismo bianco", aggiunge la Lega anti-diffamazione. L'esempio più noto è quello del terrorista Brenton Tarrant, che ha ucciso 50 persone in una moschea della Nuova Zelanda. Ha mostrato il simbolo quando è comparso davanti al giudice.

Ma, per la maggior parte delle persone, questo simbolo significa sempre quello di sempre: OK. "Non si può presumere che chiunque utilizzi il simbolo lo faccia in un contesto di troll o suprematismo bianco a meno che non ci siano prove chiare", afferma la Lega anti-diffamazione. Con questo database di simboli, l'entità vuole segnalare il pericolo per la popolazione e, in particolare, per le forze di sicurezza, in modo che sappiano con chi hanno a che fare e quali rischi corrono. Tutto dipende dal contesto, incluso, ovviamente, quando è stato fatto il gesto. Recentemente ci sono stati diversi casi di persone che sono state accusate di mostrare il simbolo per esprimere messaggi razzisti. Successivamente, hanno negato di aver fatto il gesto con quell'intenzione.

È stato il caso della politica francese Marine Le Pen, leader del Rassemblement National (già Front National) partito di estrema destra. Il leader ha fatto questo gesto mentre era fotografata con un politico estone, anch'esso di estrema destra, Ruuben Kaalep. "Non è un gesto di suprematismo bianco. È un gesto che significa OK", ha detto alla radio Inter France.

Lo storico britannico ed esperto di fascismo Paul Stocker afferma che è comune che i gruppi estremisti adottino simboli di dominio pubblico. "Cambiano il loro significato", ha spiegato in una delle stazioni della BBC. "Il processo di ricerca dei simboli è accelerato tra i gruppi alt-right (gruppi di estrema destra). Operano principalmente su Internet. Usano un linguaggio in codice con meme che sembrano innocui, ma se esplori attentamente trovi il significato", aggiunge Stocker.

Un esempio di questa rassegnazione è quello della rana Pepe: il personaggio di alcuni fumetti di Matt Furie è diventato popolare come meme in forum come 4Chan a partire dal 2008. Nel 2015, il suprematista americano si è impropriamente appropriato e lo ha utilizzato per supportare i messaggi razzisti, macho e a supporto di Trump. La rana è stata anch’essa dichiarata come simbolo di odio dalla Lega anti-diffamazione. L'autore del personaggio, Furie, ha tentato senza successo di salvare la sua creazione con una campagna di riappropriazione del significato originario. Oggi la rana è invece direttamente correlata ai messaggi dell'estrema destra.
A questo punto, la stessa cosa può accadere a un gesto innocuo come OK.

(articolo di Emilio Sanchez Hidalgo, pubblicato sul quotidiano El Pais del 30/09/2019)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori