testata ADUC
Consulenza consumatori? Non solo ultima spiaggia….. Prevenire per combattere
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
20 luglio 2021 10:46
 
Chi si rivolge ad un’associazione consumatori per una consulenza, mediamente, lo fa come ultima spiaggia… cioé dopo che le ha provate tutte e non sa più come fare. E purtroppo, talvolta, ha delle aspettative miracolistiche che, ovviamente, non è possibile soddisfare.
Noi siamo sempre stupiti di quante persone ancora riescono a farsi male prima di informarsi o di valutare con attenzione il da farsi per procedere ad un contratto, un acquisto. Certo, non bisogna diventare nella vita del tutto diffidenti e allertati, altrimenti la stessa vita diventa problematica, ma un minimo d’attenzione e, soprattutto, nel dubbio, mai procedere senza prima informarsi bene, non guasta mai.
Facile a dirsi ma non a farsi.
Dal telemarketing (telefono, mail e tv) ai tanti che bussano alle porte di casa o ci fermano per strada, è diffusa la tentazione di poter cogliere al volo un’opportunità. Che – REALTA’ - non esiste mai. Sono offerte commerciali di vario tipo in cui non si è incappati per fortuna ma che fanno parte della strategia di vendita della specifica azienda o dello specifico venditore. NON SONO UN’OCCASIONE.
Questo tipo di vendite viene praticata da tutti: tlc, energia, elettrodomestici, servizi vari. Se qualcuno ancora non ci ha fatto caso, la linea telefonica fissa di casa ormai serve quasi esclusivamente a ricevere queste proposte. Spesso anche la linea mobile, se non si è stati abbastanza attenti nella riservatezza del proprio numero.
E succede che questi consumatori si rivolgono poi ad un’associazione di consumatori chiedendo anche l’impossibile.. per esempio: un contratto firmato di cui solo successivamente ci si è resi conto essere diverso da quanto prospettato.
Su questo la legge offre delle possibilità: diritto di recesso (entro 14 giorni dalla stipula del contratto, solo per transazioni fuori degli esercizi commerciali) o la garanzia sui difetti di conformità (entro due anni – cambio o rimborso – per tutte le transazioni).
In questo periodo emergenziale (che sta diventando quotidianità), inoltre, per i servizi turistici, si può disdire spesso senza rimetterci soldi.

Il problema - che in questi ultimi mesi si è molto acuito - è che siamo tutti economicamente messi male. E tra questi “tutti” ci sono anche coloro che usavano queste strategie di vendita e che oggi, più poveri, talvolta usano tecniche più aggressive e menzognere senza guardare in faccia a nessuno.
La situazione sta diventando più esplosiva. E ne sono coinvolti tutti i grandi operatori di servizi, che hanno acuito i loro metodi arroganti grazie anche a regimi di monopolio che li favoriscono (energia, per esempio).

Persona avvisata, persona mezza salvata.
Noi facciamo le sentinelle anche producendo informazione quotidiana. E aiutando a rimediare nel possibile.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori