testata ADUC
Rimborsi bollette Tlc 28 giorni, acquisti online. Aduc a Mi Manda Rai Tre lunedì 9 settembre dalle ore 10
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
7 settembre 2019 14:45
 
 Sembrava una questione risolta, ma “dal dire al fare ci passa il mare”… mai come in questo caso un modo di dire ha valore, visto che abbiamo a che fare con uno dei tanti settori economici del mondo dei servizi venduti al dettaglio, le Telecomunicazioni (TLC), in cui l’arroganza e la mancanza di trasparenza dei gestori continuano a dominare. E’ di luglio scorso la pronuncia del Consiglio di Stato che, sulle bollette fatturate a 28 giorni invece che un mese, ha confermato le delibere dell’Autorità delle Comunicazioni (AGCOM) contro i ricorsi presentati da alcuni gestori: che devono rimborsare quanto prelevato illegalmente agli utenti stornando il numero di giorni che, a partire dal 23 giugno 2017, non sono stati fruiti. Indennizzi che, come avevamo previsto e preannunciato, non vengono fatti in modo automatico ma con la proposta in bolletta di servizi che, per il loro costo, dovrebbero essere esaustivi delle differenze 28gg/mese; ma, a parte la valutazione individuale sulla utilità e sul gradimento (spesso si tratta di aumento di Ciga per servizi di Rete in cui gli utenti sono già ampiamente soddisfatti di quelli che hanno a disposizione), vengono proposti dicendo che se non arriva la disdetta entro un tot tempo saranno automaticamente approvati. Chi non gradisce è bene che, nonostante l’onere del metodo, respinga le proposte… in attesa che l’AGCOM, così come da noi sollecitata, stabilisca che il rimborso debba essere automatico di per sé e, solo su richiesta, trasformato in nuovi servizi… il contrario di quello che oggi accade. La posta in gioco è alta, anche se per il singolo utente talvolta si tratta di qualche decina di euro, perché porre un freno a queste arroganze dà un importante contributo a far capire a questi gestori che mercato non è sinonimo di loro potere, ma di opportunità basate su trasparenza e chiarezza… e che converrebbe anche a loro fare business con questo metodo.

Di questo si parlerà a Mi Manda Rai Tre il prossimo lunedì 9 settembre a partire dalle ore 10. La trasmissione sui diritti degli utenti e consumatori, condotta da Salvo Sottile, riprende le sue emissioni dopo una pausa estiva di un paio di mesi.

Per Aduc in studio ci sarà l’avv. Laura Cecchini che, oltre a rispondere ad alcuni casi specifici posti dai telespettatori in trasmissione, fornirà indicazioni pratiche e suggerimenti per non farsi mettere i piedi in testa.

Nella stessa trasmissione si parlerà anche di acquisti online: metodi, precauzioni, accorgimenti, fregature, diritti e doveri. Una “nicchia” economica che sta sempre di più diventando dominante e che, proprio perché i metodi per fare questi acquisti sono sempre più semplici, economici e pratici, è bene esserne edotti nei particolari: le fregature ci sono, e purtroppo frequenti, anche perché non sono pochi coloro che, ammaliati da sconti notevoli sui prezzi base, abbassano molto i livelli di guardia contro truffe e raggiri di venditori che talvolta hanno sedi legali al di fuori di qualunque possibilità di rivalsa giuridica in caso di problemi. In particolare, da parte di aziende con sede anche in Italia, le cosiddette vendite piramidali che, nonostante siano vietate dalle leggi italiane e comunitarie, esplicite o camuffate continuano ad essere proposte con prezzi su prodotti di marche molto note (in genere elettronica da consumo) “abbattuti” anche del 70/80%… vendite che da nostre rilevazioni e riscontri sono quasi esclusivamente fregature.

Per finire, si parlerà anche di acquisti di mobili con finanziamento da parte di istituti di credito: di quei casi in cui la merce non viene poi recapitata. Casi in cui, anche se il venditore “latita”, il recupero di quanto pagato è, quasi sempre, fattibile senza dover necessariamente rivolgersi in giudizio. Le leggi ci sono, sono esplicite e difficili da aggirare. Come sempre: è bene conoscerle e, con l’aiuto anche di associazioni come Aduc, sapere come farsi valere.
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori