testata ADUC
Quanto costa ai gestori alternativi affittare una linea da Telecom Italia?
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Domenico Murrone
27 marzo 2009 0:00
 
La rete di cavi telefonici dell’ultimo miglio e' tutta di Telecom Italia, per questo le norme la obbligano a cederne l’uso ad altri gestori. Le modalità di affitto delle linee sono differenti: Ull, Bitstream, Shared access, Wholesale. Semplificando, con l’Ull (Unbundling local loop) il cavo che parte dal domicilio dell’utente e' collegato direttamente alle attrezzature del gestore alternativo (il canone Telecom non si paga piu'); con lo Shared access il cavo viene sdoppiato, una parte rimane collegata alle attrezzature Telecom, l’altra a quelle dell’alternativo (il canone continua ad essere pagato); il Bitstream e' l’evoluzione perfezionata del Wholesale, il distacco del cavo dalle apparecchiature Telecom e' virtuale, ha il vantaggio che il gestore alternativo non deve installare proprie attrezzature (il canone Telecom non e' dovuto). I prezzi d'affitto sono frutto di strenue trattative tra Telecom, gestori alternativi e Agcom. Di seguito sono indicate quelle approvate nel marzo 2009 dalla Commissione per le infrastrutture e le reti dell’Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni. si tratta delle due Offerte di Riferimento di Telecom Italia dei servizi di unbundling e dei servizi di accesso a larga banda (bitstream). C'e' stato un aumento, anche se inferiore rispetto alle pretese di Telecom Italia.
L’Offerta di Riferimento unbundling, che ha decorrenza dal 1o gennaio 2009, e' stata approvata con una riduzione dei prezzi originariamente proposti da Telecom Italia, tra i quali il piu' significativo e' il canone di noleggio della linea telefonica pagata dagli operatori concorrenti a Telecom Italia: il prezzo del canone ULL e' stato infatti incrementato di 0.85 euro/mese, meno della meta' dell’aumento richiesto da Telecom Italia (1.75 euro/mese ) nonche' inferiore al valore di 0,91 euro/mese proposto da AGCOM in consultazione pubblica. In sintesi il riepilogo delle principali modifiche apportate:

  Prezzo 2008 Proposta Telecom Italia Decisione AGCOM
Canone ULL 7,64 Euro/mese 9,39 Euro/mese 8,49 Euro/mese
Canone Shared Access 1,99 Euro/mese 2,57 Euro/mese 1,97/Euro/mese
Attivazione linee ULL 40,08 Euro 41,40 Euro 39,63 Euro
Attivazione linee SA 36,12 Euro 37,65 Euro 35,88 Euro

L’Offerta di Riferimento dei servizi bitstream, che ha decorrenza dal 1o gennaio 2008, e' stata approvata con una riduzione dei prezzi della precedente Offerta di Riferimento, tra cui si richiama il canone di accesso ADSL che passa da 9,0 Euro/mese a 8,5 Euro/mese, e riduzioni generalizzate dei contributi una tantum che, in alcuni casi, superano il 50%. Il provvedimento approvato prescrive anche ulteriori riduzioni per il 2009 dei prezzi di tutti i servizi bitstream.
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS