testata ADUC
Separazione rete: Telecom potrebbe regalarci i debiti
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Domenico Murrone
28 gennaio 2008 0:00
 
Il futuro assetto della rete, l'insieme di infrastrutture (cavi, cabine, ecc.) di proprieta' Telecom Italia e' ancora tutto da scrivere, almeno ufficialmente. Proseguono infatti i contatti (formali e informali) tra l'Autorita' delle Comunicazioni e i nuovi vertici dell'ex monopolista. L'Agcom vuole separare (in modo piu' o meno marcato) l'attivita' di Telecom Italia che e' fornitrice di servizi e proprietaria della rete, l'obiettivo e' che quest'ultima sia fruibile per tutti i gestori a parita' di condizioni.
Tale separazione potrebbe essere solo funzionale o societaria. Nella prima ipotesi la rete rimane nella pancia di Telecom Italia Spa, ma con una contabilita' distinta, in modo da evidenziare i prezzi di fornitura di servizi ai concorrenti che devono coincidere con quelli virtualmente pagati dalla stessa Telecom per poter offrire alla clientela, per esempio, l'Adsl utilizzando il cosiddetto l'ultimo miglio. L'altra ipotesi e' la separazione societaria. La rete viene scorporata dalla pancia di Telecom Italia per costituire una nuova societa'. Questa societa' potrebbe essere venduta del tutto o in parte.
Nei giorni scorsi e' circolata l'ipotesi di scorporo societario con un dettaglio poco rassicurante. Telecom Italia nella nuova societa' farebbe confluire oltre alle infrastrutture e a 15 mila dipendenti, anche una parte sostanziosa dei 37 miliardi di debiti che ancora gravano su Telecom Italia. L'ipotesi circolata prevede che una quota di minoranza della societa' sia ceduta ad altri soggetti, magari pubblici, col triste risultato che gli italiani si ritroverebbero sul groppone i debiti accumulati dalle indecenti gestioni che si sono susseguite dopo la privatizzazione.
Se fino a qualche giorno fa appariva inevitabile un mutamento radicale -almeno sulla carta- dell'assetto delle tlc italiane, la caduta del Governo potrebbe rimettere tutto in discussione, venendo a mancare il pungono dell'ex ministro Gentiloni, che piu' volte aveva 'auspicato' la separazione della rete.
E non e' escluso che Telecom Italia approfitti di questo nuovo scenario.
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori