testata ADUC
agcom
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
29 settembre 2022 0:00
 
Buonasera Signori, vorrei richiedere un nuovo intervento VS/AGCOM per la seguente questione:
- nel 2018 ho avviato presso l’AGCOM una procedura di conciliazione vs la Telecom x comportamento scorretto
- nel 2019 la pratica si è conclusa con un provvedimento insoddisfacente al quale il gestore TELECOM non NEMMENO RITENUTO ESSERE OBBLIGATO AD OTTEMPERARE
- tale ulteriore abuso da parte della TELECOM, mi ha spinta ad informarmi meglio sui regolamenti del settore ed ho riscontrato che l’AGCOM nel provvedimento emesso non ha neppure rispettato i regolamenti statuiti dall’AGCOM stessa. Per tale motivo ho presentato istanza di annullamento del provvedimento in autotutela segnalando anche l’inottemperanza della Telecom al provvedimento autoritativo dell’AGCOM.
- nonostante i ripetuti solleciti da me inoltrati l’AGCOM non ha mai risposto, violando la legge sulla trasparenza
- da ultimo ho inoltrato al segretario generale AGCOM in qualità soggetto titolare del potere sostitutivo comma 9-bis dell’articolo 2 della legge n. 241/1990,una richiesta di intervento rimasta a tutt’oggi priva di riscontro.
OooooO
Poiché compito istitutivo dell’AGCOM è il riconoscimento di indennizzi automatici in relazione alle violazioni riscontrate, in funzione deflattiva in alternativa al contenzioso giudiziario,, a mio avviso l’AGCOM è obbligata ad applicare gli indennizzi previsti in relazione alle violazioni riscontrate. Poiché anche nel mio caso tale criterio non è stato rispettato, chiedo il Vs intervento al fine di risolvere la questione. Rimango in attesa di riscontro e Vi invio cordiali saluti.
Giovanna (RM)

Risposta:
Buongiorno,
non si tratta in questo caso di fare una nuova istanza all'Agcom, se ha già ricevuto un provvedimento di definizione. Le sue strade sono due:
1. impugnare al Tar la delibera sbagliata dell'Agcom (cosa che ormai non può più fare, essendo trascorsi anni);
2. fare una causa al Giudice di pace per ottenere il maggior danno. In breve, dovrà dimostrare che il danno da lei subito è superiore a quello che l'Agcom le ha riconosciuto (il Giudice non applica gli indennizzi però, dovrà lei dimostrare al centesimo il risarcimento del danno subito a causa dei disservizi del gestore).
Per fare causa al Giudice di pace, se rimane sotto l'importo di 1.100 Euro, non è necessario l'avvocato (per importi superiori dovrà invece affidarsi ad un legale di fiducia).
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS