testata ADUC
controversia sky europa factor
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 gennaio 2019 0:00
 
salve. ho un contenzioso...o cosi sembra con sky. avevo un abbonamento che ho disdetto dopo 1 anno e 10 mesi con sky tutte le fatture pagate regolari e senza sconti attivi. ho spiegato a loro che per colpa di tim toglievo l'abbonamento perche era gia' 2 mesi che non vedevo piu' niente per colpa della linea lenta. dopo alcuni mesi mi e' arrivata una lettera di europa factor con un bollettino da pagare per conto di sky di circa 140 euro per sconti usufruiti. per essere precisi la lettera mi e' arrivata per posta normale e a un indirizzo sbagliato...per capirci l'indirizzo dove ho fatto il contratto con sky e' un altro...non coincide e solo perche' sto in un piccolo paese dove ci si conosce tutti ho potuto avere tale lettera. ho chiamato i call center di sky che mi dicono che sono in regola e non devo niente ma poi mi ha contattato europa factor con telefonate e messaggi per dirmi che devo quei soldi a sky e loro sono stati incaricati per riscuotere. ho chiesto a loro e a sky di mandarmi direttamente da sky un bollettino per il pagamento se tutto questo fosse vero ma nessuno mi ha mai mandato nulla. europa factor invece ha continuato ha chiamare e a minacciare di farmi causa tramite un legale se non pago e di procurarmi un avvocato se insisto ad avere questo debito. ho controllato anche tramite sisal se era vero questo debito che ora ammonta a piu' di 200 euro....senza motivo e senza che nessuno di sky mi abbia mai contattato. non so se sono nel giusto ne' quello che devo fare...datemi una mano. ho letto molti blog su questi casi e a tutti avete consigliato di non pagare.....se fossi nel giusto vorrei non pagare neanche io visto che credo di avere ragione. aspetto un vostro consiglio. grazie vi invio i miei documenti per farvi vedere il mio profilo
Antonio, dalla provincia di FI

Risposta:
le indicazioni che ha trovato sono giuste. Non deve fare nulla fino a quando non le arriva una richiesta tramite raccomandata A/R, e solo allora diffidarli, con altrettanto mezzo, dalla loro pretesa minacciando azioni legali. Se dovessero, suo malgrado, raggiungerla per telefono, li minacci di denuncia al Garante della Privacy e, nel caso, lo faccia veramente, pretendendo anche il rimborso dei danni che le hanno provocato.
 
 
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori