testata ADUC
TIM Contributo Fedetlà
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
29 maggio 2022 0:00
 
Buongiorno Aduc, su un contratto di telefonia con la TIM già cessato, è stato attivato un Sconto Fedeltà non richiesto. Il fornitore non ha mai risposto alla contestazione delle fatture e al reclamo formale inviati tramite PEC. Per questo è stata avviata la conciliazione tramite conciliaweb e siamo in attesa del esito ormai da 2 mesi. La TIM, intanto, continua ad emettere fatture e inoltre ha inviato la comunicazione della messa in mora tramite Fire SPA ai quali è stata inviata una copia di tutte le comunicazioni inviati alla TIM. C'è qualcosa che si può fare ancora per evitare problemi? Meglio pagare le fatture e dopo chiedere il rimborso? Grazie
Nikola, dalla provincia di VI

Risposta:
Se il contratto è stato regolarmente risolto, il gestore non ha alcun diritto ad emettere fatture, delle quali semmai avrebbe dovuto rendere conto in risposta al suo formale reclamo in merito. In attesa della convocazione di conciliazione AGCOM - alla quale meglio non mancare - ignori pure i solleciti informali (email, sms, lettera ordinaria, chiamate telefoniche) della società di recupero crediti.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS