testata ADUC
TIM: Indebita richiesta per recessione
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
2 giugno 2022 0:00
 
Buongiorno, ho chiuso la mia attività e la partita IVA per pensionamento, ho chiesto a TIM di convertire il mio contratto telefonico mobile stipulato nel aprile 2018 da Business a utente privato mantenendo il numero, cosa che mi è stata fatta in breve tempo indicandomi di recarmi al più presto in un negozio TIM per rimodulare il contratto a ricaricabile privato, cosa che ho fatto immediatamente rimanendo cliente TIM, mi è sembrato tutto lineare e pulito fino a quando mi hanno inviato l'ultima fattura dove mi hanno addebitato con mia grande sorpresa il diritto di recessione di € 83,33+IVA indicato come: Corrispettivo Recesso Servizi opz. Ricordo che il mio vecchio contratto è stato stipulato il aprile 2018 ed il cambio a privato l'ho chiesto in dicembre 2021, quindi sono passati più di due anni ed oltre a questo sono rimasto nella medesima compagnia telefonica TIM. Quindi ho pagato l'ultima fattura con bonifico scorporando per differenza in meno l'importo che secondo me era indebitamente richiesto, ma ora mi hanno dichiarato moroso e mi è arrivata altra fattura dove mi addebitano altre 40€ per Ris.Danno. Sono stato loro cliente per anni come business e sono rimasto ancora con loro da privato pensionato, ma questo trattamento proprio non me l'aspettavo sono molto deluso! Cosa posso fare? br> Basilio, dalla provincia di CO

Risposta:
occorre che verifichi se il passaggio/cambio prevedesse il pagamento di un corrispettivo indipendentemente da quando lei risolvesse il contratto. Nel caso, questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna, fare un tentativo di conciliazione presso il Corecom della sua Regione
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, fare causa presso il suo giudice di pace oppure presentare istanza di definizione della controversia al proprio Corecom regionale, se abilitato, oppure direttamente all'Agcom utilizzando il formulario GU14.
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS